Google Maps integra con autovelox e limiti di velocità

Anche su Google Maps arrivano le indicazioni relative alla presenza di autovelox e ai relativi limiti di velocità. Già sono diversi i Paesi che stanno beneficiando di questa nuova funzionalità della nota piattaforma di Google; conoscendo le modalità di implementazione che adotta Google di solito pare evidente che presto questi cambiamenti saranno disponibili veramente per tutti.

Funzionalità attese dagli automobilisti

Ovviamente sono molti gli automobilisti che attendevano da tempo questa implementazione su Google Maps visto l’utilizzo sempre più frequente dell’applicazione anche in auto. In questo modo potranno essere rispettati con più semplicità i limiti di velocità e potranno anche essere evitate molte multe!

Dal punto di vista grafico il limite di velocità di un determinato tratto stradale sarà indicato in basso a sinistra, proprio come già visto sul popolare Waze.

Per quanto riguarda invece gli autovelox, questi saranno mostrati lungo il percorso che si dovrà attraversare. Tuttavia Google Maps avviserà il guidatore con un messaggio audio quando si sta avvicinando ad uno di questi.

Spazio all’interazione tra gli utenti

Queste nuove implementazioni di Google Maps introducono anche la possibilità di una maggiore interazione degli utenti. Per questo motivo sarà anche inclusa la possibilità di segnalare un nuovo autovelox (che non è stato ancora inserito nella mappa) oppure di contestare il posizionamento sbagliato di quelli già riportati su Maps.

Parliamo di funzionalità già disponibili da sempre su Waze, probabilmente il navigatore più social disponibile attualmente, che su Google Maps sono state sempre richieste dagli utenti. Parliamo sempre dell’applicazione di navigazione più utilizzata vista l’ampia diffusione sui dispositivi Android dove la troviamo sempre preinstallata.

Bisogna però ricordare che anche Waze risiede sotto la guida di Google ormai dal 2013. Tuttavia non è chiaro perché abbiamo dovuto aspettare fino ad oggi per ottenere queste funzionalità anche su Google Maps; probabilmente la risposta va ricercata nella ricerca di una maggiore affidabilità.

In questo modo se chi utilizza Waze si affida alle informazioni prodotte da una fitta rete di utenti (quindi non sempre verificate e quindi corrette) con Google Maps si avranno a disposizione dati sempre verificati e quindi maggiormente affidabili. Quindi il tempo speso per aggiungere queste funzionalità legate agli autovelox e ai limiti di velocità sembra essere giustificato.

Il futuro della navigazione

il futuro della navigazione satellitare potrebbe portare in futuro ad un miglioramento nella gestione di tali funzionalità. Ciò grazie alla crescente diffusione di veicoli dotati di intelligenza artificiale e quindi anche connessi, capaci di leggere in anticipo i limiti di velocità.

Google, o chi per lui, potrebbe servirsi proprio di questa possibilità per aggiornare con una certa costanza i dati di Google Maps.

Attualmente non sappiamo quando le funzionalità legate ai limiti di velocità e alla segnalazione degli autovelox saranno disponibili anche da noi, ma non dovrebbe tardare un aggiornamento in tal senso. Non ci resta che aspettare ancora un po’!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.