Gli iPhone 7 e 8 non saranno più venduti in Germania

Sebbene la sentenza che ha dichiarato Apple colpevole non preveda un effetto immediato, la stessa società ha deciso che gli iPhone 7 e 8 non saranno più venduti in Germania nei propri Apple Store.

In questo modo Qualcomm ha vinto un’ulteriore causa nei confronti di Apple, dopo quella positiva del 10 dicembre che ha avuto gli stessi effetti sul mercato cinese dell’azienda di Cupertino. Ciò perché diversi modelli di iPhone contengono la tecnologia Qualcomm incriminata.

Nonostante la sentenza non abbia attualmente effetto immediato, gli iPhone 7 e 8 non saranno più venduti in Germania, almeno soltanto nei 15 Apple Store presenti nel Paese. Secondo quanto dichiarato da Apple infatti “tutti i modelli di iPhone rimarranno disponibili ai clienti attraverso gli operatori e i negozi in 4.300 negozi in tutta la Germania”

I motivi della disputa tra Apple e Qualcomm

Alla base della disputa sorta tra Apple e Qualcomm c’è (come al solito) una violazione di due brevetti di Qualcomm.

Tuttavia questa violazione riguarda soltanto alcuni modelli di iPhone, eccoli: iPhone 6S, iPhone 6S Plus, iPhone 7, iPhone 7 Plus, iPhone 8, iPhone 8 Plus e pare sia coinvolto anche iPhone X.

Questi sarebbero tutti i modelli che utilizzano un chip Intel associato a componenti Qorvo che utilizzano quindi un tracciamento speciale che aiuta lo smartphone a ridurre i consumi. Pare evidente quindi che gli ultimi modelli di iPhone non utilizzando questa tecnologia visto che non vengono citati nel provvedimento.

Difatti gli ultimi iPhone XS, iPhone XS MAX e iPhone XR rimarranno disponibili negli Apple Store.

La dichiarazione di Apple

La dichiarazione di Apple nei confronti di questa sentenza, che ha sancito che gli iPhone 7 e 8 non saranno più venduti in Germania, punta sul fatto che Qualcomm secondo loro utilizza una tattica per “danneggiare l’innovazione e i consumatori” aggiungendo anche che “Qualcomm insiste nel ricaricare esorbitanti commissioni sul lavoro che non fanno e sono sotto indagine dai governi di tutti il mondo per i loro comportamenti”.

La delusione di Apple è palpabile e pare stiano già lavorando ad un appello nei confronti di Qualcomm.

Proseguono le guerre tra i colossi degli smartphone

Difatti dopo che Apple aveva già combattuto contro Samsung pare che questo nuovo conflitto con Qualcomm segnerà il prossimo futuro. Bisognerebbe capire quindi se Apple abbia contribuito ad aiutare Intel nello sviluppo di tecnologie proprietarie di Qualcomm o meno.

Di certo c’è che la verità sarà particolarmente difficile da fare emergere.

C’è da dire che come avevamo anticipato, questa sentenza del Tribunale di Monaco che ha fatto si che gli iPhone 7 e 8 non saranno più venduti in Germania non è l’unica in questo periodo. Difatti il 10 dicembre scorso il Tribunale Popolare Cinese aveva già previsto la sospensione degli iPhone che vanno dal 6S all’iPhone X.

A questo punto pare che quanto contestato da Qualcomm ad Apple non sembra una ripicca ma una vera presa di posizione su qualcosa di certo. Ne sapremo sicuramente di più nei prossimi processi di appello.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.