La banda larga in Italia, un miraggio per una famiglia su 10

Il rapporto Cittadini, imprese e ICT messo in pratica da Istat ha fatto emergere che il 58.2% delle famiglie non ha accesso alla banda larga in Italia. La motivazione che è stata data è che “nessuno sa usare internet”, in pratica una famiglia su quattro non ha nemmeno l’accesso ad internet a casa. Di conseguenza oltre una famiglia su 10 in Italia non ha accesso ad internet perché nessuno sa come usarlo!

Tuttavia il dato non deve demoralizzare se paragonato alla percentuale europea. La diffusione di una connessione a banda larga in Europa all’interno di quelle famiglie con componenti di età compresa tra 16 e 74 anni è pari all’86% mentre da noi il dato si ferma all’83%. Parliamo però di un valore in crescita rispetto al 2017 visto che in quel caso la percentuale italiana si fermava al 79%.

Il divario generazionale fa la sua parte assieme ad altri dati

Pare una definizione più che ovvia visto che l’accesso ad internet si misura anche in base al divario generazionale presente all’interno di ogni singola famiglia.

Le famiglie che si connettono ad internet con più frequenza sono infatti proprio quelle che includono almeno un minore, e parliamo di quasi il 95% dei casi, mentre le meno connesse sono quelle costituite da individui che hanno superato i 65 anni di età. La connessione a banda larga in Italia all’interno di quest’ultima tipologia di famiglia è diffusa soltanto nel 31,4% dei casi.

Ma un ulteriore dato che viene preso in considerazione è anche legato alla formazione scolastica.

Nel 94,9% delle famiglie con un componente laureato è possibile trovare una connessione a banda larga che scende al 64% dei casi per le famiglie in cui non si supera la licenza media come titolo di studio.

Infine l’ultimo dato è relativo alla collocazione geografica dei nuclei familiari. L’Istat rivela infatti che la banda larga risulta diffusa equamente tra nord e centro, con valori intorno al 78%, mentre i valori nelle isole e in generale al sud non raggiungono il 70%. Sebbene la linea fissa sia la più diffusa modalità di accesso alla banda larga in Italia, l’indagine rivela che la rete mobile ha subito una crescita del 3% in un anno.

La situazione delle imprese

Per quanto riguarda i dati provenienti dalle imprese si registrano invece valori in netta crescita. Più del 94% delle imprese con almeno 10 dipendenti ha accesso alla connessione a banda larga con velocità pari a 30 Mbit (1 su 3). Soltanto il 10% invece accede con velocità superiori ai 100 Mbit mentre la fetta rimanente utilizza una banda larga con velocità inferiore ai 10 Mbit.

In definitiva i dati ci dicono anche che la digitalizzazione delle piccole imprese procede con un passo più lento rispetto a quello praticato da quelle grandi realtà, che possono contare su un numero di dipendenti superiore alle 250 unità.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.